Spot sensuale? No, modelli ingannati per Save the Children

Doveva essere un video sensuale, o almeno questo era stato detto agli inconsapevoli modelli che si sono trovati davanti alla telecamera con una sola indicazione: leggere uno slogan nel modo più sensuale possibile. E così è stato, fino a quando sui cartelli sono apparse inaspettatamente frasi sui drammi della guerra e sui 60 milioni di donne e bambini morti nelle aree colpite da conflitti e disastri naturali. Questa operazione è stata fatta dall’associazione “Save The Children“.

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Commenti

commenti

site statistics