Spot censurato di Bar Refaeli perchè troppo sexy

La bellissima modella israeliana Bar Refaeli è stata censurata dall’Autorità televisiva del suo Paese. Tutto colpa del “lato b” un po’ troppo in vista in uno spot di una linea di costumi da bagno realizzati dall’azienda israeliana Hoodies.

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Mi puoi montare? Censurato spot di lingerie Innerware in Australia

In Australia una commissione di vigilanza sugli spot televisivi ha messo al bando lo spot della nuova linea di intimo Innerware. Nel filmato si vede una bellisima donna scendere dall’auto per recarsi dal gommista. Lei ammicca e si avvicina al bancone dove tra i volti estasiati e increduli formula la sua richiesta. “Can you fit me?“. Il doppio senso si spreca nella traduzione: “Mi puoi montare?“. Guarda il video

Ballo censurato per promuovere il turismo di Charente-Maritime in Francia

Lo spot per promuovere il turismo nella regione di Charente-Maritime (Francia) è stato censurato dalle autorità perchè ritenuto troppo sensuale. Nel filmato, si vedono alcune ragazze alle prese con balli seducenti in un’atmosfera tropicale. La pubblicità è stata giudicata di cattivo gusto ed il video prodotto dalla agenzia pubblicitaria Mfl, è stato rimosso. L’intento dell’agenzia era quello di far passare il messaggio della bellezza della località come un paradiso terrestre. Guarda il video

Tunnel Vision (Explicit) – Justin Timberlake

Contenuti troppo espliciti e video musicale censurato quello nuovo Justin Timberlake che è stato inizialmente rimosso da Youtube. Il clip ufficiale del nuovo singolo “Tunnel Vision” mostra delle belle ragazze che ballano senza veli immerse in nuvole di vapore, con diverse riprese ravvicinate dei seni delle modelle. Guarda il video

Spot di Pamela Anderson per Dreamscape Network censurato in Inghilterra

Lo spot per la compagnia australiana di servizi Internet Dreamscape Network con protagonista Pamela Anderson è stato censurato in Gran Bretagna perchè giudicato sessista e degradante per l’immagine della donna. L’authority inglese ha rilevato che l’ironia del video e “la parodia delle classiche riunioni d’affari” trasmette l’idea delle colleghe donne come “oggetti di cui godere“. Guarda il video

Attrice del Pakistan Veena Malik censurate perchè troppo sensuale

L’attrice pakistana Veena Malik censurata e bloccata come ospite di punta di una trasmissione televisiva a carattere religioso prevista per il Ramadan. Ma dopo furiose proteste del pubblico e pressioni del governo la produzione ha deciso di cancellare la partecipazione di Veena. Veena, che lavora per Bollywood e risiede a Mumbai, era già sotto il fuoco delle polemiche nel suo Paese dopo che aveva posato senza veli con sul braccio la scritta Isi (i potenti servizi segreti militari pakistani) per l’edizione indiana di un magazine maschile. Guarda il video

Spot Idealista censurato perchè troppo spinto

La tv ha censurato lo spot di un portale immobiliare Idealista che ha scelto quindi di lanciare la campagna pubblicitaria online perchè troppo spinto e potrebbe essere offensivo nei confronti dei telespettatori. Il video, realizzato per un pubblico giovane, fa leva sul momento in cui il bisogno di avere una casa raggiunge l’apice: quando si cerca un attimo di intimità con il proprio partner. Guarda il video

India censura film “Hate Story” perchè la locandina è troppo osè

Un tribunale di Calcutta (India) ha ordinato di coprire con della vernice la schiena di un’attrice di Bollywood che compare sulla locandina del film Hate Story“. La pellicola, diretta dal regista Vikram Bhatt, è stata paragonata a “Basic Instint” per alcune scene molto esplicite interpretate dall’attrice debuttante bengalese Paoli Dam. Nonostante il film sia già stato censurato con il taglio delle scene più piccanti, l’Alta Corte di Calcutta ha vietato ai distributori di esporre le locandine originali. Guarda il video

Censurato spot Red Bull con Gesù

Farà anche miracoli, di certo fa discutere. La nuova pubblicità della bevanda Red Bull, già trasmessa in Sudafrica e Brasile ma non ancora Italia, con Gesù protagonista è stata bloccata a causa delle critiche che ha ricevuto da parte della conferenza dei vescovi sudafricani. Nello spot si vede Gesù mentre pesca con due amici, che dice di annoiarsi e scende dalla barca camminando sulle acque: “Come fai?” gli chiedono. La risposta: “Non è un miracolo, basta sapere dove sono le pietre da calpestare!“. Guarda il video

Compilation video-clip musicali censurati perchè troppo sensuali

I video-clip musicali, al pari di tante altre forme d’arte, hanno spesso fatto ricorso a scene piccanti per colpire ed affascinare. Il problema è che, in alcuni casi, il livello di sensualità trasmesso è stato ritenuto eccessivo per cui alcune sequenze sono state censurate. Noi, quindi, ne abbiamo visto delle versioni ridotte o non li abbiamo visti affatto perché è stata vietata la loro trasmissione. Su Internet, però, si possono seguire i video originali, quelli che comprendono anche le parti censurate ed eliminate perché ritenute eccessivamente esplicite. Guarda il video

Putin fischiato durante incontro di boxe

Ad un incontro di boxe il presidente Vladimir Putin viene salutato con dei fischi, subito censurati dalla tv di stato. Secondo il portavoce i fischi erano indirizzati al pugile americano ma il capo della federboxe ribadische che erano contro il primo ministro che è rimasto sorpreso. Secondo i sondaggi la fiducia di Putin è scesa al 47%, in forte calo rispetto al 63% di cui godeva un anno fa e dal 70% nel 2008. Guarda il video

Spot sensuale e blasfemo Axe Excite censurato

Cadono sulla terra di bianco vestite, con teli chiari che cingono le loro forme e poi cadono e si rialzano attratte da un odore: il nuovo profumo Axe Excite. Questi angeli speciali sono finiti nel mirino dei cattolici in Sud Africa che hanno chiesto e ottenuto la censura dello spot perché considerato blasfemo. L’Advertasing Standard Autorithy ha spiegato così la decisione: “Gli angeli usati per uno scopo commerciale e che rinunciano alla loro condizione celestiale per cedere ai piacere dei comuni mortali è un offesa contro tutti i cristiani”. Guarda il video

Body painting per la lotta contro il cancro al seno censurato su Facebook

Niente seno sul social network Facebook, nemmeno per combattere il cancro. Così il Breast Cancer Awareness Body Painting Project, un gruppo impegnato nella sensibilizzazione degli utenti per la lotta contro il tumore della mammella, si è visto censurare le immagini di body painting appena pubblicate. Facebook ha provveduto alla rimozione degli scatti considerando i contenuti postati dall’associazione come “inappropriati” e in contrasto con i termini di utilizzo, che tutti gli iscritti al sito di social networking hanno approvato. Guarda il video

Video spot sensuale di Belen Rodriguez censurato in Italia

L’Italia è stato l’unico Paese che ha scelto una versione più soft dello spot pubblicitario per Miss Sixty interpretato da Belen Rodriguez. In alcune immagini la show-girl è infatti completamente nuda, ma in queste vesti gli italiani non le vedranno mai (a meno che non abbiano visto il filmato amatoriale con il suo ex). Dato che l’attenzione va catalizzata dalla vita in giù, meglio non distrarre il pubblico con inutili capi d’abbigliamento superflui. Ed ecco che, ancora una volta, senza veli. Guarda il video

Spot di Giselle Bundchen censurato in Brasile

Il governo della presidente Dilma Rousseff ha chiesto che sia ritirato lo spot in cui la modella brasiliana Giselle Bundchen compare in lingerie per reclamizzare la biancheria intima di Hope (Bonita por naturaleza). A chiedere lo stop della pubblicità è stata la Segreteria delle politiche per le donne (Spm), che dipende dalla presidenza, che si è rivolta al Consiglio nazionale per l’autoregolamentazione pubblicitaria (Conar), chiedendo che si sospenda tale campagna. Quello che viene contestato è il messaggio dello spot che si pensa promuova il rafforzamento dello steorotipo sbagliato della donna come oggetto del marito. Guarda il video

The Ashley Madison Agency: spot proibito al Superbowl 2011

Ritenuta troppo piccante e moralmente discutibile, la Fox non ha accettato di mandare in onda durante il Superbowl 2011 la pubblicità del social network “The Ashley Madison Agency” per coniugi che hanno il desiderio di tradire. Questa specie di social network è assurto agli onori della cronaca a causa di una pubblicità, ritenuta troppo forte e per questo vietato in un evente che davanti alle tv americane generalmente si siedono circa il 60% degli spettatori, ovvero 140 milioni di persone. In ogni caso sembra che il filmato sia piaciuto a molti, dato che in meno di una settimana è stato visto almeno 200.000 volte. Guarda il video

Scena censura cartoon “Mila e Shiro – Due Cuori nella Pallavolo”

Sebbene ambientata sui campi di pallavolo, la sceneggiatura del cartone animato giapponese “Mila e Shiro – Due Cuori nella Pallavolo” non manca di proporre momenti della vita più “intima” del gruppo di ragazze nel dopo-gara. Ecco che troviamo così inquadrature decisamente coraggiose che ritraggono Mila e compagne mentre si rilassano sotto la doccia e delle scene censurate in Italia. Guarda il video

site statistics